Dichiarazione di interesse culturale di archivi privati

La Soprintendenza archivistica e bibliografica, ai sensi del  DL 42/2004, artt. 12-15, accerta l’esistenza di archivi o di singoli documenti di proprietà privata di interesse storico particolarmente importante ed emette il procedimento di vincolo di tutela. La dichiarazione non è necessaria nel caso di archivi di ex enti pubblici privatizzati per i quali permane il requisito di bene culturale connesso alla loro origine pubblica (art. 13).

La dichiarazione sottopone il proprietario/possessore/detentore dell’archivio all’osservanza delle disposizioni previste dal Codice dei beni culturali e del paesaggio (leggi Obblighi relativi agli archivi privati dichiarati di interesse storico particolarmente importante).

Il privato proprietario/possessore/detentore dell’archivio dichiarato può essere ammesso a ricevere contributi statali ai sensi degli artt. 34 e 35 del Codice e usufruire delle agevolazioni tributari.