Seminario di studi sugli archivi sportivi. Albano (RM), 10 aprile 2019

02/04/2019

Seminario archivi sportivi, 10 aprile 2019



Il Seminario di studi sugli archivi sportivi, in programma il 10 aprile presso il Museo diocesano di Albano, vuole essere la prima tappa di un percorso di conservazione e valorizzazione delle fonti per la storia del Centro Sportivo Italiano (CSI), protagonista tra i più validi e attivi del panorama sportivo italiano sin dalle sue origini.
Interverranno alcuni dei principali esperti del settore tra cui M. Gaetano Zito, presidente dell'Associazione Archivistica Ecclesiastica, Donato Tamblé, presidente del Centro Studi "Sports' Records – Archivi e memoria dello sport", M. Emanuela Marinelli, delegata al settore sport della Soprintendenza archivistica e bibliografica del Lazio, Alberto Zanetti Lorenzetti, storico dello sport ed esperto di archivi sportivi per la Società Italiana di Storia dello Sport, Rosalba Catacchio, delegata al settore sport della Soprintendenza archivistica e bibliografica della Puglia, Francesca Garello, archivista libera professionista che ha curato il catalogo della mostra con Angela Teja, responsabile del Dipartimento Beni Culturali Sportivi della Società Italiana di Storia dello Sport e curatrice del progetto di Albano. In particolare M. Zito illustrerà la recente convenzione siglata tra CSI e archivisti ecclesiastici per la creazione di un "angolo dello sport" all'interno degli archivi diocesani, con il deposito in essi degli archivi dei Comitati provinciali del CSI.

Il Seminario si inserisce nell'ambito della mostra itinerante per la storia dei 75 anni del CSI, "Nati per correre", che sarà esposta a cura del Comitato romano presso il Museo diocesano di Albano (via Alcide De Gasperi 37) dal 10 aprile al 4 maggio.
Con un elegante e moderno allestimento curato dall'arch. Albino Rubeo, saranno esposti alcuni oggetti significativi per la storia del Csi ormai lunga 75 anni (113 per la verità, se si volesse recuperare la continuità tra il primo Ente sportivo a vocazione cattolica in Italia e la Fasci, la Federazione delle Associazioni Sportive Cattoliche Italiane dei primi del Novecento), senza pretese di esaustività della sua grande ricchezza di momenti sempre diversi e originali, una costante dell'itinerario educativo del CSI. La mostra si presenta come uno spaccato di quello che può offrire un archivio di documenti e oggetti, tasselli importanti per la definizione della storia che è chiave di lettura per la società e i suoi vari ambiti, dunque anche per quello dello sport. L'intenzione è non solo quella di raccontare la storia del CSI ma anche di lanciare un nuovo progetto culturale che, dopo un primo censimento degli archivi dei Comitati del CSI, proseguirà con una loro mappatura delle diverse connotazioni documentali, iconografiche e materiali (di oggetti tipici del mondo sportivo, medaglie, gadget, trofei, coppe ecc.), con il fine ultimo di conservare, riordinare e valorizzare le fonti della storia, alla cui lettura orientare un pubblico sempre più vasto, e non solo quello degli storici.

La mostra, che gode del patrocinio della Società Italiana dello Sport, dell'Associazione Archivistica Ecclesiastica e del Centro Studi "Sport's Records – Archivi e memoria dello sport", sarà visitabile previa prenotazione nei giorni: martedi-mercoledì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19; il sabato dalle 15 alle 19.



Informazioni

Sede dei lavori
Museo diocesano di Albano - Via Alcide De Gasperi, 37 Albano Laziale (RM)
Segreteria organizzativa
Massimiliano Giombini 06 68404538 presidenza@csi-net.it
Per informazioni che riguardano i materiali di lavoro
Angela Teja cell. 349 1324919 - an6teja@gmail.com